Questo sito utilizza i cookies: per ulteriori informazioni accedi alla pagina Politica della privacy    

Home Page / Museo:


Collezioni

Beni materiali e immateriali

Le collezioni del Museo Etnografico della Provincia di Belluno sono costituite da beni materiali e immateriali.

I primi comprendono un cospicuo patrimonio di oggetti provenienti dal territorio della provincia di Belluno, relativi ai diversi ambiti della cultura tradizionale: artigianato, attività domestiche, religiosità, abbigliamento, emigrazione, attività primarie, e coprono un arco temporale compreso tra il secolo XVIII e il secolo XXI.

La maggior parte dei manufatti provengono da donazioni. Particolarmente consistenti sono il lascito di Giuseppe Mazzotti e quello di Carlo Chissalè, oltre che l'importante corpus dal Gruppo Folklorico di Cesiomaggiore.

I beni immateriali sono costituiti da alcune migliaia di documenti sonori (fiabe, indovinelli, proverbi, canti, testimonianze, autobiografie, orazioni, ecc.) raccolti nel territorio bellunese e tra le comunità italo - venete del Brasile meridionale nel corso di ricerche sul terreno.

E' inoltre presente un ricco archivio fotografico e filmico, che comprende fotografie d'epoca (originali e riprodotte), fotografie attuali di interesse antropologico (la maggior parte delle quali opera dell'antropologo visivo Francesco De Melis) e film realizzati durante le campagne di ricerca condotte dal Museo.

La biblioteca conserva il fondo librario locale appartenuto al geografo Elio Migliorini e proveniente dalla sua casa di Arson (Feltre), oltre a volumi di interesse antropologico, documenti a stampa e piccoli archivi di famiglia.


« Indietro

Aggiornata venerdì 04 dicembre 2020 a cura di Marco Zucco

Logo Provincia di Belluno, socio fondatore Fondazione Dolomiti Dolomiten Dolomites Dolomitis UNESCOLogo Comunità Montana FeltrinaLogo Comune di CesiomaggioreLogo Comune di Santa GiustinaLogo Parco Nazionale Dolomiti BellunesiConsorzio Bim Piave -Comuni della Provincia di Belluno