Questo sito utilizza i cookies: per ulteriori informazioni accedi alla pagina Politica della privacy    

Home Page / Percorsi:


Primo piano

L'emigrazione, i suoni e l'immaginario

Il primo piano illustra alcune situazioni legate all'adattamento delle popolazioni bellunesi al contesto montano. Vivere in un ambiente ostile, da un punto di vista climatico e morfologico, ha comportato specifiche modalità di insediamento e ha determinato una forte mobilità della gente.

Vivere fuori dai propri luoghi ha significato allargare gli orizzonti e le esperienze: balie da latte, domestiche, ciode, manovali per costruire le ferrovie dell'impero austroungarico, seggiolai, minatori, contadini che varcavano anche l'oceano per trovare fortuna.

In questo percorso sulla montagna e la mobilità si intersecano alcuni spazi dedicati ai beni immateriali: la fiaba, la leggenda, il canto, la musica, le testimonianze sul lavoro e sulle proprie esperienza di vita.


Approfondimenti

Il pendio
L’adattamento allo spazio montano
Lingua, scrittura e segni
La pluralità delle espressioni comunicative
Il patrimonio di tradizione orale
Fiabe, leggende e suoni della montagna bellunese
L’esodo in Brasile
Contadini veneti alla ricerca di nuove terre
Balie da latte
Una forma peculiare di emigrazione temporanea

« Indietro

Aggiornata venerdì 04 dicembre 2020 a cura di Marco Zucco

Logo Provincia di Belluno, socio fondatore Fondazione Dolomiti Dolomiten Dolomites Dolomitis UNESCOLogo Comunità Montana FeltrinaLogo Comune di CesiomaggioreLogo Comune di Santa GiustinaLogo Parco Nazionale Dolomiti BellunesiConsorzio Bim Piave -Comuni della Provincia di Belluno